Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Maggio


Phaeotremella foliacea (Pers.) Wedin, J.C. Zamora & Millanes, 2016




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi , Divisione Basidiomycota, Classe Tremellomycetes, Ordine Tremellales, Famiglia Tremellaceae, Genere Phaeotremella, specie Phaeotremella foliacea (Pers.) Wedin, J.C. Zamora & Millanes , 2016.

Origine nomenclatoria: dal latino foliaceus: per l’aspetto.

Basidioma: fino a 15 cm; di aspetto sub emisferico, gelatinoso-ceraceo, costituito da lamine corrugate, sinuose, fuse alla base, di colore dal giallo dattero al bruno più o meno carico; sessile, lignicolo.

Imenoforo: liscio, con imenio tappezzante l’intera superficie.

Pileo: corrispondente al basidioma

Stipite: assente

Stroma: gelatinoso, brunastro; privo di odori o sapori significativi.

Spore: 11x8 μm, ovoidali, lisce; apicolo prominente; basidi settati longitudinalmente.

Ambiente di sviluppo: su legno degradato di latifoglie, a tempo fresco e assai umido: tardo autunno, inverno, primavera.

Commestibilità: non commestibile.

Osservazioni: Per l’aspetto è inconfondibile; i caratteri microscopici relativi ai basidi settati, sono punti di determinazione inequivocabili.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved