Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Settembre


Mucidula mucida ( Schrad.) Pat., 1887




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Agaricales, Famiglia Physalacriaceae, Genere Mucidula, specie Mucidula mucida ( Schrad.) Pat., 1887

Nome comune: Bavosa.

Origine nomenclatoria: dal latino mucidus = mucoso, viscoso.

Basidioma: omogeneo; pileo-stipitato, di aspetto scarno, esile ma non fragile; totalmente lubrificato-mucoso; a silhouette ifolomoidee.

Imenoforo: a lamelle adnate-smarginate, talvolta subdecorrenti, spaziate, larghe, ventricose, bianche, con presenza di lamellule.

Pileo: da emisferico a convesso, fino a piano-convesso, disteso, con o senza largo e basso umbone; fino a 10 cm; cuticola lucente, glabra, ricoperta in modo inseparabile da abbondante mucillagine; colori bianco o biancastro, talvolta ocraceo chiaro al disco; corona marginale striata per trasparenza; margine regolare ed un poco eccedente.

Stipide: cilindrico, esile, raramente slanciato, rigido, a base bulbosetta; con residuo velare in forma di anellino in posizione mediale, lubrificato e concolore al pileo tranne che alla base dove è sfumato di bruniccio.

Stroma: esiguo, tenero, biancastro, con odore indistinto e sapore dolciastro.

Spore: spore 18 x 16 µm, subglobose, lisce, ialine, non amiloidi; bianche in massa.

habitat: saprotrofo; in boschi di latifoglie, su parti morte di alberi vivi; da tarda estate fino ad autunno inoltrato; fungo a crescita subcespitosa, con stipiti che si toccano solo alla base; soprattutto in boschi di faggio.

commestibilità: di scarso significato gastronomico.

Note: gli sporofori contengono mucidina, proteina ad azione antimicotica.

Confondibilità: anche se difficilmente può essere scambiato, per l’habitat, con funghi epifiti del genere Mycena.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved