Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Febbraio


Anthracobia maurilabra (Cooke) Boud., 1907




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi , Divisione Ascomycota , Classe Pezizomycetes, Ordine Pezizales , Famiglia Pyronemat aceae , Genere Anthracobia, specie Anthracobia maurilabra (Cooke) Boud., 1907

Nome Comune: nessun nome comune noto.

Origine nomenclatoria: anthracobius= che vive sul carbone; maurilabrus = dalle labbra scure, per il margine dell’apotecio.

Ascoma: costituito da un apotecio, disciforme, piuttosto regolare, con diametro sino a 0,5 cm, sessile; superficie inferiore bruno- rossiccia, giallo- ruggine, pelosa; orlo ornato di peli irti, bruni

Imenoforo: liscio, di colore dal giallo all’arancio più o meno intenso, lucente a tempo umido.

Stroma: sottile, fragile, di consiste nza cerea; colore ocra - arancione

Stipite: Assente

Aschi: aschi ottasporici clavati, lunghi 200 μm.

Spore: ellissoidali, lisce, biguttulate, 18 × 10 μm.

Ambiente di sviluppo: saprotrofo; su legno carbonizzato.

Commestibilità: non commestibile.

Osservazioni: gregario, ubiquit ario e mediamente comune, dall’estate all’autunno; termofilo a tl punto che in zone a clima caldo o mite lo si può incontrare in ogni stagione.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved