Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Settembre


Russula heterophylla (Fr., 1868)




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi , Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Russulales, Famiglia Russulaceae ,Genere Russula, specie R. heterophylla (Fr., 1868).

Nome comune: Colombina, Rovella.

Origine nomenclatoria: dal latino russus= rosso (russula) e dal greco hèteros = diverso; fullon= foglia (lamella).

Basidioma: pileo-stipitato, di medie dimensioni, omogeneo.

Pileo: fino a oltre 10 cm; carnoso e sodo; da giovane convesso, a maturità appianato, poi leggermente depresso al centro; margine intero spesso e regolare da giovane, successivamente anche irregolarmente lobato ed assottigliato; cuticola asciutta e rugolosa, opaca, dalle colorazioni perlopiù verde olivastro con punteggiature ruggine e disco nerastro ma anche diversamente colorato in ecofenotipi e forme diverse.

Imenoforo: a lamelle adnate-subdecorrenti, ineguali efortemente anastomosate all’inserzione clipeare, dapprima quasi di consistenza lardacea, elastica, poi piuttosto fragili, color panna-avorio, con riflessi giallini e punteggiature color ruggine, il filo lamellare è intero.

Stipite: talvolta eccentrico, irregolarmente cilindroide, anche un po’ curvo ed assottigliato in basso, piuttosto tozzo e robusto, con colorazioni biancastre, a volte sfumato di giallo.

Carne: soda-cassante; bianca, giallstra nelle aree erose, odore subnullo e sapore mite; arancio-rosso intenso al solfato di ferro.

Spore: piccole, 6 x 4,5 μ m, ovoidali, verrucoso-echinulate, scarsamente lineolate; amiloidi; sporata bianco puroa in massa.

Ambiente di sviluppo: in aree calde, principalmente sotto latifoglie, più raramente in aghifoglie soprattutto in terreni subacidi; dall’estate all’autunno, simbionte micorrizico.

Commestibilità: commestibile.

Osservazioni: esistono forme cromatiche che possono indurre in confusione: cuticola bruno scuro ( R. h. f . adusta); cuticola giallo limone ( R. h. f . chlora ); cuticola a macchie arancio vivace ben delimitate (R. h. f . laeticolor).

Confondibilità: il colore (carattere accessorio in Russula) piuttosto variabile, può farla confondere con altre congeneri; le lamelle, la sporata e l’aspetto generale, oltre ai caratteri microscopici; sono caratteri diagnostici più costanti.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved