Questo sito utilizza cookie tecnici, di sessione e analytics (utilizzati per raccogliere informazioni, in forma aggregata) per offrire una migliore navigazione. Qualsiasi diverso utilizzo dei cookie (quelli di profilazione) non dipendenti dal sito ma da soggetti esterni sono chiaramente ignoti. Navigando sul sito o digitando sul pulsante chiudi acconsenti all'utilizzo della nostra politica di utilizzo dei cookie. Per saperne di più digita sul pulsante maggiori informazioni.

Mondo Funghi  

   

Link associati  

   
Il Fungo del mese: Settembre


Russula aurea Pers., 1796




Inquadramento sistematico e tassonomico: Regno Fungi, Divisione Basidiomycota, Classe Basidiomycetes, Ordine Russulales, Famiglia Russulaceae, Genere Russula, specie R. aurea

Nome comune: Colombina dorata

Origine nomenclatoria: dal latino russus = rosso (russula) e aurata = dorata (latino aurum = oro)

Basidioma: pileo-stipitato, di medie dimensioni, omogeneo.

Pileo: fino a 10 cm; da giovane convesso, a maturità appianato, leggermente depresso al centro; margine intero e regolare da giovane, successivamente diviene brevemente scanalato; cuticola asciutta e vellutata, dalle colorazioni rosso-arancione con delle eventuali zone colorate in giallo; a volte può essere interamente gialla, rosso-violetto, spesso con decolorazione centrale crema e, talvolta, totale assenza di pigmento giallo in R. aurea var. axantha (Romagn.) Bon, 1987.

Imenoforo: a lamelle adnate, piuttosto fragili, color crema-biancastro, con riflessi gialli, il filo lamellare è, generalmente, color giallo oro.

Stipite: genere cilindrico, piuttosto robusto, con colorazioni biancastre, a volte sfumato di giallo.

Carne: soda-cassante; bianca, gialla nello strato sottostante la cuticola, odore subnullo e sapore mite.

Spore: 9,5 x 8 μm, ovoidali, verrucoso-echinulate, parzialmente reticolate; sporata gialla in massa.

Ambiente di sviluppo: sotto latifoglie ed aghifoglie; dall’estate all’autunno, simbionte micorrizico.

Commestibilità: commestibile.

Confondibilità: talvolta appare simile ad A. caesarea, con una cuticola aranciata, o può assumere colorazioni diverse, ma il giallo è pur sempre reperibile, almeno nella carne sottocuticolare.

   
© 2013 A.Mi.T. all rights reserved